Error message

Lingotek profile ID 4 not found.
Indimenticabili parchi nel deserto VCW_D_DeathValley_T2_John Buie_5141291809_69cac0e972_o_1280x642
Golden Canyon & Zabriskie Point by John Buie

Indimenticabili parchi nel deserto

Il deserto della California, vasto e intimo nel contempo, è un susseguirsi di ambienti che vanno da aride e sterili distese a gole verdi, vere e proprie oasi con cascate nascoste. Le immense dune di sabbia sovrastano il piano del deserto, mentre il Badwater Basin nel Death Valley National Park rappresenta il punto più basso di tutto il Noramerica, con i suoi 282 metri sotto il livello del mare. Dopo le piogge invernali, una spettacolare distesa di fiori primaverili ricopre l’orizzonte del deserto. Qui è possibile esplorare i crateri vulcanici e osservare (e perché no? imitare) gli scalatori che tentano di conquistare le rupi torreggianti.

Indimenticabili parchi nel deserto VCW_D_DE_T1__DE_DeathValley_Flippen_1280x642_sized
Laura Flippen

Focus: Death Valley National Park

Indimenticabili parchi nel deserto vca_maps_deserts_0
Dune di sabbia che sembrano montagne, rocce che emanano suoni misteriosi

Death Valley, il più grande parco nazionale degli Stati Uniti esclusa l’Alaska, è un luogo incredibile e magico. L’area del parco si estende su 1,...

Un paesaggio del Joshua Tree National Park
Alex Farnum

Focus: Joshua Tree National Park

Indimenticabili parchi nel deserto vca_maps_deserts_0
Montagne aspre, tramonti vibranti e un numero infinito di stelle

Massi, contrafforti, montagne accidentate, miniere d’oro abbandonate, pianure desertiche con radi alberi dalla strana forma: questo è veramente un...

Indimenticabili parchi nel deserto VCW_D_Anza_Hero_Miguel Vieira_14619272047_817d665852_o_1280x642
Harriot Manley/ Sunset Publishing

Focus: Anza-Borrego Desert State Park

Indimenticabili parchi nel deserto vca_maps_deserts_0
Selvaggio, remoto e incredibilmente bello

Il nome composto del parco deriva dal nome del famoso esploratore spagnolo Juan Bautista de Anza, che attraversò questo deserto nel 1774 e dal...

Indimenticabili parchi nel deserto Mojave_1280x642_0
Mojave National Preserve

Mojave National Preserve

Mojave National Preserve
Scoprite le dune maestose, gli antichi vulcani e la solitudine del deserto

Ai viaggiatori che percorrono a tutta velocità l’Interstate 15 e 40, la Mojave National Preserve, circa 241 chilometri a nord-est di Palm Springs, può sembrare un luogo inospitale e privo di attrattive. Ma guardando meglio si scoprono i meravigliosi canyon scolpiti dall’acqua, le tracce delle antiche colate di lava, le enormi dune di sabbia e le foreste di yucca che si stendono a perdita d’occhio sul deserto.

Per cominciare, vi consigliamo una sosta al bel centro visite che si trova nel Kelso Depot, una vecchia stazione in stile ispanico-missionario costruita nel 1924 e ora ristrutturata. Qui potrete trovare mappe e informazioni per esplorare le principali attrazioni del parco naturale. Il punto più famoso dal quale osservare l’alba e il tramonto è nei pressi delle dune di Kelso, il secondo complesso di dune più grande della California. Queste dune ricoprono un’area di 72 chilometri quadrati, con altezze che superano i 180 metri; in primavera, i fiori selvatici del deserto ricoprono la sabbia di colore. Se scalate le dune più alte potrete godere di uno dei più bei panorami del deserto.

Un’altra escursione straordinaria (e decisamente faticosa) sono i 5 chilometri, andata e ritorno, che consentono di scalare i 1.754 metri del Teutonia Peak, la vetta più alta del Cima Dome, una formazione montuosa quasi perfettamente

simmetrica coperta dalla più alta concentrazione di piante di yucca. Per questa escursione occorre portare acqua a sufficienza ed evitare i momenti più caldi della giornata. Ma se volete vivere davvero un’avventura nel deserto, passate una notte in tenda nei camping di Hole-in-the-Wall o Mid Hills.

Indimenticabili parchi nel deserto vc_crtr_borntobewild_module07_redrockcanyon_supplied_myles0398_1280x640
Photo by John Fowler/Flickr

Red Rock Canyon State Park

Red Rock Canyon State Park
Rocce con tutti i colori dell’arcobaleno

Questo parco è stato utilizzato in passato come set per i film western; situato a circa 190 chilometri a nord di Los Angeles, è un territorio di pareti, colli scoscesi e affioramenti rocciosi erosi dal tempo. È una terra scolpita dal vento e dall’acqua che rivela tutti i suoi strati bianchi, rosa e rossi: unitevi agli altri fotografi e catturatene le tonalità all’alba e al tramonto. Anche i paleontologi adorano questo parco. Nei sedimenti rocciosi, si trovano infatti i resti di animali preistorici: miohippus, tigri dai denti a sciabola e alligatori preistorici.

I quasi 11.000 ettari di parco offrono diversi sentieri escursionistici di breve durata. Chi viene per la prima volta potrà seguire i sentieri per studiare le formazioni dei canyon Hagen e Red Rock. Presso la Red Cliffs Natural Preserve, troverete un sentiero che si avvia tra rosse colonne composte da formazioni rocciose alte 90 metri, prosegue su un vecchio percorso per fuoristrada dove le piante di yucca vi faranno immaginare di essere su un altro pianeta e termina con la splendida vista delle El Paso Mountains. Se volete vedere i fiori selvatici esplodere di colori, visitate questo parco dopo un inverno umido.

Le notti nel parco hanno una magia completamente diversa. Grazie all’assenza di grandi città nella zona (la città più vicina è la piccola Cantil), di notte non si nota alcun inquinamento luminoso. Il camping Ricardo da 50 posti è pieno di telescopi piazzati da appassionati di astronomia; qui la China Lake Astronomical Society organizza spesso degli eventi “stellari”. Molto spesso al sabato sera, le guide volontarie del parco organizzano incontri sulle incisioni rupestri, sulle tartarughe del deserto e, ovviamente, sui movimenti delle stelle.

Indimenticabili parchi nel deserto VCW_D_PalmSprings_T11_DE_PS_IndianCanyon_GuideHike_KG_1280x642_0
Guided hike by Kodiak Greenwood

Indian Canyons

Indian Canyons
Oasi di palme e cascate nel deserto

Una visita a queste meravigliose oasi vi farà scoprire il lato naturale di Palm Springs. Questi canyon ospitano le altissime palme a ventaglio tipiche della California e sono dei luoghi di sorprendente bellezza e vitalità, oltre ad accogliere esemplari di pecora delle Montagne rocciose, diverse specie di uccelli e scroscianti ruscelli.

Ognuno degli Indian Canyons ha un proprio carattere, ma tutti sono situati nel territorio della riserva Agua Caliente della tribù pellerossa Cahuilla, a ovest di Palm Springs. Uno dei più famosi è il Tahquitz Canyon: qui è possibile partecipare a escursioni guidate o non accompagnate fino alla base di una cascata di 18 metri (nella stagione secca o negli anni di siccità potrebbe essere ridotta a un rigagnolo). I cinefili riconosceranno in questa cascata l’ingresso dell’immaginaria città di Shangri-La del grande classico di Frank Capra Orizzonte perduto del 1937. Qui potrete rilassarvi e osservare gli uccelli volare nella luce filtrata dai rami o percorrere sentieri ricchi di arte rupestre dei pellerossa. Presso il centro visite, dedicato alla cultura dei nativi americani dell’area, è possibile vedere diversi reperti e un breve filmato descrittivo.

Nei Palm e Andreas Canyon si trovano sentieri che portano a colorate formazioni rocciose e oasi di palme e ruscelletti. Andreas Canyon presenta oltre 150 specie di piante in un raggio di appena tre quarti di chilometro; provate a contare le specie che riuscite a distinguere lungo il sentiero di 3 chilometri che porta al Murray Canyon. Poiché il canyon è tortuoso, non saprete mai cosa può attendervi dietro alla curva successiva: una ripida rupe rossa, un’oasi di palme a ventaglio oppure un cactus gonfio di pioggia primaverile. Alla fine del sentiero arriverete alle Seven Sisters, una deliziosa cascata a terrazze (il cui flusso varia a seconda delle piogge e della stagione).