VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  MtShasta_paraflyer_1280x642
photo by paraflyer/Flickr

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA

Dalla cima innevata del Mount Shasta nell’estremità nord della California fino all’Amboy Crater nel deserto del Mojave, i segni dell’attività vulcanica passata, e presente, di questa terra imprevedibile marcano con decisione il paesaggio. Ammirate le particolarità geologiche che vi si presentano allo sguardo e osservate il modo in cui hanno modellato la terra di questo stato: scendete in un tunnel di lava, percorrete il perimetro di un cratere, studiate lo sfiato di un geyser o immergetevi in una sorgente di acqua naturalmente calda.

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  VCW_D_SC_T6_Mt Shasta_Kodiak__35a2159_1280x642
Kodiak Greenwood

Monte Shasta

Monte Shasta
Scoprite prati con fiori selvatici, distese di neve tutto l’anno e un’atmosfera molto new age

Con i suoi 4322 metri, questo maestoso vulcano, a nord di Redding, sembra voler toccare il cielo. Se fate attenzione, lo vedrete spuntare ovunque vi troviate nella zona nord della California. Se alcune montagne salgono gradualmente, questa si impenna dalle pianure circostanti formando un cono dalle dimensioni perfette. Con la cima sempre innevata, sembra quasi irreale, la proiezione ideale di un bambino che pensa a una montagna. 

"Ma questa non è la visione di un bambino, è un grandissimo vulcano anche troppo reale (ha eruttato l’ultima volta nel 1786), sempre inserito nella “lista delle montagne da conquistare ” dei migliori alpinisti. ."

Ma questa non è la visione di un bambino, è un grandissimo vulcano anche troppo reale (ha eruttato l’ultima volta nel 1786), sempre inserito nella “lista delle montagne da conquistare ” dei migliori alpinisti. Il famoso naturalista John Muir ha scritto che “il suo sangue si è trasformato in vino” quando ha visto per la prima volta questa cima che ricorda il monte Fuji. Raggiungere la cima del vulcano è un affare per pochi; chiedete informazioni sulle guide nel negozio di attrezzatura da montagna The Fifth Season nella città di Mount Shasta, una sorta di comunità new age situata sulla parete occidentale della montagna. Per respirare l’ atmosfera della città, recatevi a The Crystal Room, un’ installazione di prismi luccicanti. Fortunatamente, non dovete necessariamente conquistare la cima per godervi questo paradiso montano. Ci sono sentieri molto semplici che solcano prati fioriti e si addentrano in meravigliose foreste. Uno dei percorsi più belli è il morbido sentiero che corre per 3,2 km lungo il fiume McCloud, nella parte sud della montagna, e conduce a tre cascate (tutte fantastiche, anche se le Middle Falls sono probabilmente le più appariscenti). Potrete anche campeggiare, esplorare grotte e dedicarvi alla pesca con la mosca. La maggior parte degli inverni potrete inoltre sciare nel tranquillo Mt. Shasta Ski Park, sul pendio occidentale della montagna.

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  VCW_D_MammothLakes_T4_HS_MammothHotSprings_KG_1280x642
Kodiak Greenwood

Sorgenti termali calde a Mammoth

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  vca_maps_highsierra
Sorgenti termali calde a Mammoth
Immergetevi nelle acque che vi regala la natura

Con le sue montagne maestose e le vette alpine, è difficile immaginare Mammoth Lakes come situata sul ciglio di una antica caldera vulcanica. Qui, 760.000 anni fa, un imponente vulcano è esploso lasciandosi dietro una distesa dove oggi sorge Mammoth Lakes. Un meraviglioso sottoprodotto di questo passato sono le sorgenti bollenti che dominano in questa regione. Molti di questi canali sono concentrati tra Bridgeport e Mammoth Lakes. Fermatevi al Mammoth Lakes Welcome Center (a ovest di U.S. 395 a 2510 Main St.) per conoscere i luoghi di interesse della zone e ricevere informazioni. Verificate inoltre le vie d’accesso alla regione, alcune strade potrebbero essere chiuse durante l’inverno. Nella regione ci sono tre principali sorgenti naturali di acqua calda, tutte messe in sicurezza per immergercisi. Benton Hot Springs: Nella cittadina fantasma di Benton, potere rilassarvi sotto l’ombra degli alberi in uno dei nove canali riempiti con acqua purissima di sorgente.  La temperatura dell’acqua si può facilmente tenere sotto controllo tramite i rubinetti, uno d’acqua calda e uno d’acqua fredda. Sorgenti sono presenti inoltre bel Old House and Inn di Benton Springs dove è possibile riservare un soggiorno nella villetta di fine 800 o nel lodge degli anni 40. Le sorgenti sono situare sulla State Route 120 , all’incirca un’ora di macchina da nord-est di Mammoth Lakes; si consiglia di prenotare.

Travertine Hot Springs: Godetevi un panorama meraviglioso sul lato est della Sierra Nevada mentre siete immersi nelle sorgenti naturali. Potete accamparvi con una tenda nella zona, mantenendo dovuta distanza dalle sorgenti. Travertine Hot Springs si può raggiungere facilmente da off U.S. 395 giusto a sud di Bridgeport ( circa un’ora di macchina a nord di of Mammoth Lakes). Keough Hot Springs: Aperte per cure mediche nel 1919 ( si dice l’acqua contenga 27 diversi minerali ), queste sorgenti sono oggi un meraviglioso luogo per immergersi e rilassarsi. C’è un campeggio sul posto e le opzioni i pernottamento includono decorate, alcune con letto matrimoniale e tutti i confort. Da Mammoth Lakes, si deve guidare circa unìora verso sud sulla U.S. 395 per raggiungere Keogh Hot Springs Road. Chiuso il giovedì.

 

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  VCW_D_HS_T5_Mono Lake_VCL_HS_Mono_Kayakers_KG
Kodiak Greenwood

Mono Lake Tufa State Natural Reserve

1
Mono Lake Tufa State Natural Reserve
Alla scoperta di formazioni stravaganti, coni di cenere e un lago salatissimo

Ci sono pochi luoghi in California, e forse nel resto del mondo, che possono indurvi a credere di trovarvi su Marte. Questo è uno di quelli. In questa riserva naturale ad alta quota nel deserto, sul lato orientale delle alte cime della Sierra, le spettrali torri di tufo marcano il confine di un...

Prossima Tappa
Mammoth Lakes (31mi/50km; 34min)
VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  VCW_SI_T5_GroverHotSprings_JeffMosers_1280x642
Jeff Mosers/ Flickr

Grover Hot Springs State Park

Grover Hot Springs State Park
Bagnatevi nelle acque naturali di questo bellissimo parco

Immerso in una tacca della Sierra alta circa a sudest di un'ora auto dal lago di Tahoe, sorgenti minerali bolla in su dalla terra, un testamento alle forze che hanno plasmato questo paesaggio geologiche e geotermiche. Questo parco statale, a ovest la montagna tranquilla cittadina di Markleeville, può o può non sono stati scoperti nel 1844 da John C. Fremont, l'esploratore accreditato con il primo avvistamento lago Tahoe. Gli storici non hanno risolto quel dibattito. Ma nessuno contesta che dal 1850, persone hanno affollato per "prendere la cura" in queste acque riparatoria.

 

Le piscine del parco sono alimentate da sei sorgenti diverse che contengono basse quantità di zolfo. Ciò significa che non si noterà il forte odore di "uovo marcio" di molte piscine termali. L'acqua emerge dal sottosuolo a una bollente 148° F / 64° C, ma si è raffreddato prima di esso è convogliato in due piscine in cemento del parco — uno per ammollo a un sicuro 103° F / 39° C, l'altra una temperatura piacevole per nuoto e tuffi.

 

Le piscine sono aperte per la maggior parte dell'anno. Il parco di stato ha anche un campeggio, alcuni ottimi per rendere felici i bambini (non perdetevi la passeggiata alla cascata lungo Hot Springs Creek), così come più trekking in regioni alpine circostanti.

 

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  VCW_SI_T6_AmboyCrater_BureauofLandManagement_1280x642
Courtesy of Bureau of Land Management

Amboy Crater

Amboy Crater
Camminate sui resti di un vulcano di 6.000 anni fa

Classificato National Natural Landmark nel 1973 e situato a poca distanza dalla storica Route 66, l’Amboy Crater rappresenta un mirabile esempio di geologia geometrica, essendo un cono di cenere vulcanica quasi perfettamente simmetrico. Questa protuberanza che si erge dal terreno per 76 metri nella Mojave National Preserve offre viste panoramiche su alcune bellezze naturali davvero meritevoli: un fiume di lava lungo 42 chilometri, il Bristol Dry Lake e le Marble Mountains. Un percorso molto curato si arrampica dolcemente sul lato occidentale del cono vulcanico, fino a raggiungere la depressione da cui la lava basaltica si è riversata su una vasta area, creando laghi di lava, canali e bacini dovuti all’erosione della roccia e coni di scorie vulcaniche. Quando avrete raggiunto il centro del cono, andate dritti fino alla caldera oppure percorrete uno dei ripidi sentieri fino al bordo del cratere. La vista dal bordo del cratere, largo 460 metri, vi lascerà senza parole: davanti a voi si apre l’immensità del deserto del Mojave, con le automobili che, lontanissime, sembrano giocattoli in miniatura in un paesaggio quasi epico. Come in altre località del Mojave, organizzare un’escursione qui dalla tarda primavera fino all’inizio dell’autunno potrebbe non essere un’idea molto brillante, visto che le temperature toccano frequentemente i 37 °C. Programmate dunque la vostra visita in inverno o all’inizio della primavera, per godere di temperature più gradevoli e per poter ammirare la splendida fioritura dei fiori selvatici del deserto, che comincia già all’inizio di febbraio, piogge invernali permettendo.

 

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  LavaBedsNatlMonument_CyrilFluck_1280x642
Cyril Fluck/Flickr

Lava Beds National Monument

Lava Beds National Monument
Scendete nelle misteriose grotte formate dai tunnel di lava

Paesaggio surreale scolpito dalla terra in fiamme liquefatta, il Lava Beds National Monument è un insieme di altipiani vulcanici punteggiati di coni di cenere, crateri e coni di scorie, che sottoterra nascondono più di 700 grotte. Queste strane formazioni sotterranee si sono originate in seguito al raffreddamento della parte più esterna della lava in espansione, che ha assunto la forma di tunnel. Quando il cammino della lava fusa si è arrestato, questi tunnel si sono solidificati, dando vita a questo luogo incredibile. Se la scena vi appare brulla e desolata, aguzzate bene la vista. La terra increspata e le scure rocce vulcaniche sono cosparse di artemisia tridentata, cercocarpo montano e ginepri, habitat ideale per cervi mulo, antilocapre americane, conigli e varie specie di uccelli come le “bald eagle”, le classiche aquile del nordamerica. Portate con voi il binocolo e vedete cosa riuscite ad avvistare; il momento migliore per cogliere qualche scena spettacolare è la mattina presto o la sera. Se ne avete l’occasione, munitevi anche di una lampada frontale o di una torcia e di una giacca calda. Vi torneranno utili quando scenderete nei tunnel di lava. In estate, questa zona della California è molto calda e durante il giorno le temperature superano sovente i 37 °C, ma nei tunnel di lava la situazione è completamente diversa e potreste trovare addirittura resti di ghiaccio. Potete esplorare i tunnel da soli; non è necessaria alcuna esperienza di speleologia e anche i bambini si divertiranno un mondo a entrare in queste misteriose formazioni. Anche se piuttosto breve, il percorso potrebbe darvi del filo da torcere, perché vi farà spesso abbassare, svoltare e persino strisciare nelle strette feritoie naturali delle grotte. È facile capire perché questi pertugi sono stati utilizzati come nascondigli durante la guerra Modoc del 1872-73, l’unica battaglia contro i nativi americani in California, nel corso della quale gli indiani difesero la loro terra contro l’invasione delle truppe statunitensi. Una ventina di tunnel sono aperti ai visitatori lungo la Cave Loop Road, vicino al centro visitatori. Nella maggior parte delle grotte è indicato il livello di difficoltà per percorrerle e agli esploratori senza esperienza consigliamo di cominciare con la Hopkins Chocolate Cave (428 metri) o la Blue Grotto Cave (469 metri). Come sfida finale, si può tenere la meravigliosa Catacombs Cave, uno dei complessi sotterranei più lunghi e complessi del parco, con un’estensione totale di 2.104 metri.

VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  VCW_D_SC_T1_35a5189
Lava Beds National Monument was a training ground for astronauts heading to the moon.
VULCANI, GEISER E SORGENTI DI ACQUA CALDA  FossilFalls_GreaterSouthwesternExplorationCo_1280x642
Photo by The Greater Southwestern Exploration Company/Flickr

Fossil Falls

Fossil Falls
Acque impetuose del fiume e lava nera lucente

Il nome Fossil Falls potrebbe portarvi fuori strada: qui non troverete né fossili né cascate. Tuttavia, vale assolutamente la pena di fare una sosta sulla Highway 395 per ammirare queste levigate formazioni di lava circa 58 chilometri a nord-ovest della città di Ridgecrest. Questo luogo incredibile si è formato grazie all’incontro tra le acque impetuose del fiume Owens (che durante la preistoria aveva una portata infinitamente maggiore) e la lava fuoriuscita dai vulcani vicini in tempi relativamente recenti (circa 20.000 anni fa). Il risultato è questa fenditura contorta e surreale di lava nera lucente. Per arrivare alle Fossil Falls dovrete percorrere un breve sentiero, che vi condurrà in un punto panoramico rialzato; se desiderate avvicinarvi ancora, seguite il percorso che scende verso il basso, tenendo per mano i bambini perché è piuttosto accidentato. Inutile ricordarvi che in luoghi come questo il cielo notturno è uno spettacolo indescrivibile; ammirate il firmamento dal campeggio con 11 piazzole delle Fossil Falls (dotato di acqua potabile e servizi, oltre che di tavoli da pic-nic e bracieri all’aperto).

Suggerimento:inutile ricordarvi che in luoghi come questo il cielo notturno è uno spettacolo indescrivibile; ammirate il firmamento dal campeggio con 11 piazzole delle Fossil Falls (dotato di acqua potabile e servizi, oltre che di tavoli da pic-nic e bracieri all’aperto).