Lucas Himovitz

Il Glacier Point a Yosemite

Il Glacier Point a Yosemite
Alla scoperta di una candida distesa di cime e voragini

La maestosa vista dal Glacier Point, un’impressionante precipizio di granito alto 2.199 metri che scende fino a raggiungere la Yosemite Valley, appartiene ai più importanti punti di interesse del parco assieme a Half Dome, Clouds Rest, Liberty Cap, Vernal Fall, Nevada Fall e la vicina Alta Sierra. Molti visitatori del parco ritengono che sia il punto più bello da fotografare di tutto lo Yosemite. Per raggiungere il Glacier Point si impiega circa un’ora in automobile o in autobus partendo dalla Yosemite Valley; in alternativa, si può arrivare percorrendo l’impegnativo sentiero panoramico Four-Mile Trail.

Glacier Point ha un anfiteatro all’aperto per gli incontri serali con i ranger, una costruzione di tronchi con un negozio di snack e souvenir e un piccolo edificio di pietra, noto come Geology Hut, costruito nel 1924 considerato come un museo lungo il percorso escursionistico. Oggi è un punto irrinunciabile per scattare fotografie memorabili. La vista di Half Dome, North Dome e del canyon del Merced River nella cornice di questo rifugio è indimenticabile. Il momento migliore è il tramonto, quando l’Half Dome si tinge di rosa.

Lungo la strada verso Glacier Point ci sono circa una dozzina di punti da cui partono sentieri per escursioni giornaliere poco impegnative. Le famiglie possono divertirsi lungo gli agevoli percorsi verso Taft Point e Sentinel Dome, che partono dallo stesso parcheggio ma vanno in direzioni opposte. Sentinel Dome, una cupola di granito alta 2.475 metri, offre una visuale a 360 gradi e una prospettiva mozzafiato sulle Yosemite Falls. Da Taft Point si ha una vista completamente diversa: lo sguardo corre verso El Capitan, alla stessa altezza di Taft Point, e l’impressionante panorama sul fondo della Yosemite Valley, 1.067 metri più in basso. Reggetevi alle inferriate (e fate attenzione ai bambini!) quando vi affacciate per osservare.

Tenete presente che Glacier Point viene chiuso a causa della neve generalmente da novembre fino all’inizio dell’estate, in questo periodo si può cogliere l’ opportunità di praticare lo sci di fondo o fare delle passeggiate con le racchette da sci

Colby Brown

California Centrale

Focus: Yosemite National Park YNP

18
September
Average (°C)
Sept - Nov
28°
High
-2°
Low
Sept - Nov
28°
High
-2°
Low
Mar - May
22°
High
-1°
Low
June - Aug
32°
High
8°
Low

Famoso per le sue cascate vertiginose e le imponenti pareti di granito, questo parco unico per la sua bellezza, inserito nel 1984 tra i siti patrimonio dell’umanità dall’Unesco, è la meta ogni anno di 4 milioni di visitatori. Con un’estensione di 284.899 ettari, simile a quella della Valle d’Aosta, il parco offre bellezze naturali indimenticabili, dalle impressionanti pareti della Yosemite Valley allo splendore alpino di Tuolumne Meadows.

 

Kodiak Greenwood

Le cascate di fuoco di Yosemite

Le cascate di fuoco di Yosemite
Ammirate le eccezionali cascate e gli arcobaleni nella foschia

Tra i numerosi motivi di orgoglio di Yosemite, le cascate di fuoco sono tra i principali. Yosemite Valley conquista tre posizioni tra le venti cascate più alte del mondo, con Yosemite Falls, Sentinel Fall e Ribbon Fall. Yosemite Falls è di gran lunga la più alta cascata del Nordamerica. Il percorso fino in cima alla cascata, alta 729 metri, è molto impegnativo, ma fortunatamente si gode di una vista spettacolare anche dalla base grazie ad un percorso semplice e panoramico di 1,6 km che tutti dovrebbero provare.  Da aprile a giugno la neve si scioglie e la cascata è nel suo pieno splendore,( uno spettacolo da non perdere!)  ; non dimenticate di vestirvi in modo adeguato per restare asciutti.

Tutte le cascate di Yosemite esercitano un fascino innegabile. Un percorso non impegnativo fino ai 189 metri delle Bridalveil Falls vi conduce a un punto panoramico sotto la massa fluttuante della cascata. Un percorso più impegnativo è quello per raggiungere le cascate Vernal Fall e Nevada Fall. Questo percorso sale lungo una scalinata di granito verso il limite di due profondi dislivelli, da cui potete osservare le acque del Merced River che si riversano dal margine roccioso. (Rispettate tutti i segnali di sicurezza e restate dietro tutte le funi e i cartelli.) Nella zona meridionale del parco, vicino a Wawona, le Chilnualna Falls cadono su una serie di ripiani di granito.

Il periodo migliore per ammirare questi scenari d’acqua di Yosemite va solitamente da aprile a giugno, in coincidenza con lo scioglimento delle nevi.

Godete del miglior panorana da El Capitan Picnic Area, a meno di due chilometri dal Yosemite Valley Lodge (ex the Yosemite Lodge). Rilassatevi con cocktail "Firefall"(cioccolata calda con tequila, crema di cacao e peperoncino nero) al lounge del Majestic Yosemite Hotel (ex the Ahwahnee).

 

 

Alex Farnum

Yosemite Valley

Yosemite Valley
Ammirate lo splendore della natura nella cornice delle cascate

Questa meraviglia geologica, una valle profonda 1.220 metri circondata da rupi imponenti e rocce scolpite e lucidate dai ghiacci, è il gioiello più splendente dello Yosemite National Park. Anche se valli analoghe scavate dai ghiacci si trovano in altre parti del mondo, nessuna può competere con quella che è stata definita dal leggendario naturalista John Muir come la “valle incomparabile”.

" sedetevi e ammirate il sole al tramonto che illumina di rosa il famoso Half Dome "

Oltre alla bellezza naturale, nella Yosemite Valley si possono incontrare orsi neri americani, alci e scoiattoli striati.  Il visitatore che arriva per la prima volta potrà rimanere sorpreso scoprendo che nella Yosemite Valley ci sono uno studio dentistico, una prigione, un tribunale, un garage e una chiesa, oltre al più abituale mix di alloggi, campeggi, ristoranti e altri servizi per gli ospiti. Per i visitatori non mancano certamente le cose da fare. Ci sono attività organizzate di ogni tipo: passeggiate nella natura organizzate dai ranger e spettacoli teatrali serali, pattinaggio sul ghiaccio e seminari di fotografia, realizzazione di cesti nello stile dei nativi americani, lezioni di arrampicata su roccia e rafting sui fiumi. Per vivere un’avventura su misura, avviatevi lungo uno dei tanti percorsi per le escursioni, pedalate lungo i sentieri pavimentati verso il Mirror Lake e altre mete oppure sedetevi e ammirate il sole al tramonto che illumina di rosa il famoso Half Dome.  

Yosemite Valley, to me, is always a sunrise, a glitter of green and golden wonder in a vast edifice of stone and space.
Ansel Adams
Brandon Levinger/Flickr

Tuolumne Meadows a Yosemite

Tuolumne Meadows a Yosemite
Il rifugio per chi cerca un po’ di solitudine in campagna ad alta quota

Tuolumne Meadows è una delle zone più fotografate di Yosemite, un’area ampia ed erbosa circondata da alte cime e cupole di granito. A un’altitudine di 2.627 metri, questo pascolo immacolato si estende per più di 3,2 km lungo il Tuolumne River ed è il più ampio pascolo subalpino della Sierra Nevada. Dai suoi tranquilli confini si diramano percorsi escursionistici in tutte le direzioni, dai laghi alpini sotto le guglie delle cime Cathedral e Unicorn, alla serie di cascate ruggenti del Tuolumne River, fino alle cime delle imponenti cupole di granito con splendide viste sui pascoli.

Tuolumne Meadows è il punto di riferimento per una vasta platea diappassionati di camminate e di escursionisti, ma è anche un luogo ideale per i visitatori che intendono semplicemente godersi il paesaggio. Il piccolo centro per i visitatori di Tuolumne Meadows ha la sua sede in uno storico chalet e ospita mostre dedicate alla geologia, ai fiori selvatici e alla fauna di questa area. Volete fare un picnic? Durante l’estate potete visitare il negozio più alto dello stato, l’ottimo Tuolumne Meadows Store, che offre sotto un tendone temporaneo articoli di drogheria, repellenti per insetti, abbigliamento, mappe e guide. Sotto la stessa tenda potete trovare il Tuolumne Meadows Grill, che serve ottime colazioni e pranzi e gli indimenticabili pancake di grano saraceno. I coni gelato sono un’attrattiva molto popolare nei caldi pomeriggi. Nelle vicinanze, il Tuolumne Meadows Lodge offre alloggi per la notte in tende e pasti. 

Kodiak Greenwood

Majestic Yosemite Hotel (ex Ahwahnee)

Majestic Yosemite Hotel (ex Ahwahnee)
Visitate un albergo di classe, monumento al lusso degli anni Venti del secolo scorso

Trascorrere una notte qui è decisamente costoso, mentre una visita non costa nulla e vi permette di ammirare lo splendore di questo albergo Majestic Yosemite Hotel (ex Ahwahnee) dell’inizio del secolo scorso. È un National Historic Landmark della Yosemite Valley, è offre molte “sale pubbliche” in cui i visitatori possono osservare l’architettura del 1927 a opera di Gilbert Stanley Underwood. Al Majestic Yosemite Hotel (ex Ahwahnee) tutto è stato realizzato in grande, dalle enormi travi di legno decorate a mano ai camini in arenaria, talmente imponenti da potere ospitare un tea party. L’imponente struttura è decorata da finestre colorate in vetro a piombo, tappezzerie e cesti dei nativi americani, tappeti turchi in stile kilim e dipinti del XIX secolo ispirati a Yosemite, che illustrano le cascate del parco e gli alberi di sequoia gigante.

Molti personaggi famosi hanno pernottato all’Ahwahnee hotel, come John F. Kennedy, Greta Garbo, la regina Elisabetta II e Winston Churchill. Alloggiare in una delle 123 camere, suite o cottage richiede una spesa notevole, ma anche se decidete di non fermarvi per la notte, potete comunque prenotare un tavolo per il sontuoso Sunday brunch alla Ahwahnee Dining Room, o semplicemente accomodarvi vicino al camino nella Great Lounge e ammirare i candelieri in ferro battuto che scendono dai soffitti riccamente affrescati, alti più di dieci metri, oppure gustare un cocktail al bar. Durante l’anno sono disponibili visite guidate di un’ora nella vicina Yosemiter Valley Lodge; verificate il programma presso la reception dell’albergo.

A perfect day would be to get into the car, drive out to Yosemite and go camping.
Michael Steger
Colby Brown

Wawona & Mariposa Grove

Wawona & Mariposa Grove
Un viaggio nel tempo verso il passato di Yosemite

Al tempo in cui i nativi americani si spostavano tra le colline e la Yosemite Valley, Wawona si trovava a metà strada del percorso. La chiamavano Pallachun,, che significa “un buon posto dove fermarsi”.

Si definisce Pallachun, per intendere  “ un buon posto dove fermarsi”

Quell’accampamento indiano ora è la piccola comunità di Wawona, sede dello storico Big Trees Lodge http://www.travelyosemite.com/lodging/big-trees-lodge   e di una serie di chalet privati, molti dei quali possono essere affittati. Fermatevi per la notte (rilassarsi sull’ampia veranda, su una delle sedie in stile Adirondack dell’albergo è un rito obbligatorio qui nella Sierra), oppure sostate per una giornata in questa zona. L’hotel rispecchia le sue radici risalenti al 19° secolo con luci e dettagli che riportano all’eleganza dell’epoca. D’estate potete rinfrescarvi in una delle piscine dell’hotel, seguire il tortuoso percorso escursionistico verso Chilnualna Falls (il momento migliore è la primavera), seguire una lezione di storia al Pioneer Yosemite History Center (e fare un giro sulla carrozza trainata dai cavalli) e visitare il Mariposa Grove e le sue sequoie giganti, un’area protetta con più di 500 di questi alberi spettacolari (e incredibilmente grandi). Nell’hotel é presente un piccolo ufficio turistico che fornisce informazioni su altre attività dell’area. Di sera, il pianista e cantante Tom Bopp esegue vecchie canzoni, dalle melodie dei cowboy a canzoni d’amore, che abbracciano la storia di Yosemite.

Wawona è inoltre vicina all’ingresso sud di Yosemite National Park che accede alle magnifiche Mariposa Grove e alle sequoie giganti. Il boschetto tuttavia è al momento in fase di restaurazione e nessun veicolo o shuttle può accedere all’area fino alla conclusione del progetto ( termine previsto : autunno 2017 ). Si può percorrere a piedi e a cavallo si può passeggiare lungo l’ Outer Loop Trail, dal quale si possono osservare alcune delle sequoie. Si può inoltre camminare dal Big Trees Lodge fino all’inizio del sentiero—un circuito che vi impegnerà tutta la giornata. (Per i dettagli chiedere al centro visitatori dell’hotel). Fortunatamente ci sono altre sequoie giganti nel parco accessibili da altre vie:  visitate Tuolumne Grove, sulla Tioga Road a est di Crane Flat, e Merced Grove, situata sulla Big Oak Flat Road a est dell’entrata di Big Oak Flat.

Maria Ly/Flickr

Arrampicate su roccia nel parco di Yosemite

Arrampicate su roccia nel parco di Yosemite
Per scalare o per ammirare chi lo fa

Yosemite è ben noto come paradiso per gli appassionati di arrampicata su roccia, ma anche gli scalatori più esperti possono provare un brivido quando ammirano per la prima volta le imponenti pareti verticali di Yosemite Valley. Per istruzioni sul campo, iscrivetevi alla Yosemite Mountaineering School and Guide Service, che organizza ogni anno, dalla metà di aprile a ottobre, seminari e lezioni per scalatori principianti, intermedi e avanzati.. Le lezioni si tengono tutti i giorni nella Yosemite Valley e a Tuolumne Meadows; è possibile affittare l’attrezzatura.

"Da una sedia sistemata al campo base osservate l'imponente parete di El Capitan e potete notare le minuscole figure degli scalatori all prese con la scalata lungo una parete quasi verticale"

Se preferite osservare i rocciatori impegnati nelle scalate, dirigetevi verso El Capitan Meadow. Sistemate una sedia al campo e osservate l’imponente parete di El Capitan: potrete notare le minuscole figure degli scalatori alle prese con la salita lungo una parete quasi verticale. Fin da quando questa parete alta più di mille metri fu conquistata negli anni Cinquanta, schiere di impavidi scalatori si sono fatti strada fino alla sua cima. Molti di loro realizzano l’impresa impiegando da tre a cinque giorni, trascorrendo le notti accampati sulle cenge o assicurati alle amache (potete osservare il bagliore delle lampade mentre si preparano per la notte). Tuttavia, una nuova generazione di scalatori senza paura amanti della velocità ha completato la salita su “The Nose” (il naso), una delle vie più note verso la cime di El Capitan, in qualche ora.

 

Brian Holsclaw/Flickr

I trasporti nel parco di Yosemite

I trasporti nel parco di Yosemite
Spostarsi è facile grazie a navette e tram

Preferite che sia qualcun altro a guidare quando visitate Yosemite? Buona idea. Il parco offre molte soluzioni di trasporto pubblico, da navette gratuite a itinerari a pagamento in autobus. Le navette gratuite circolano tutti i giorni nella Yosemite Valley (in estate fino alle 10 di sera), con orari ridotti durante l’inverno. Basta salire su una navetta a una della 19 fermate; ci sono corse ogni 10 o 20 minuti circa. D’estate le corse gratuite in navetta arrivano anche sulla Highway 120, la Tioga Pass Road.

L’itinerario a pagamento più popolare del parco è il percorso annuale Valley Floor Tour, un viaggio di due ore, lungo circa 42 km attraverso la Yosemite Valley, che consente di ammirare con facilità punti famosi come Yosemite Falls, Half Dome, El Capitan e Bridalveil Falls. Una guida commenta l’itinerario, mentre viaggiate seduti su un tram aperto che vi consente di godere di una vista senza ostacoli. (Durante l’inverno, il viaggio viene effettuato su un autobus coperto.) Altri itinerari portano a Glacier Point, Wawona, Mariposa Grove e Tuolumne Meadows. Consiglio per gli escursionisti: prendete l’autobus per Glacier Point o Tuolumne Meadows, poi tornate a piedi.

Se volete rinunciare del tutto a guidare, potete considerare l’idea di raggiungere il parco mediante i trasporti pubblici. Lo YARTS (Yosemite Area Regional Transportation System) effettua tutto l’anno il servizio sulla Highway 140, fuori Merced, con un servizio estivo da nord verso Sonora e da est verso Mammoth Lakes. Tutte le linee hanno più fermate, anche nelle città vicino al parco. Una volta arrivati a Yosemite, potete utilizzare il sistema di navette del parco.

Harriot Manley/Sunset Publishing

Le città sulla strada per Yosemite

Le città sulla strada per Yosemite
Arricchire la vostra esperienza di viaggio allo Yosemite se trovate il tempo per visitare le città storiche che incontrerete lungo la strada verso il parco.

Potete arricchire ulteriormente la vostra esperienza di viaggio allo Yosemite se trovate il tempo per visitare le città storiche che incontrerete lungo la strada verso il parco. Molte di queste comunità della Corsa all’oro hanno goduto di un nuovo impulso grazie, al boom dell’interesse per i vini di questa zona, a una nuova attenzione per la ristorazione con prodotti locali e per il cibo ma anche  alla crescente tendenza verso l’abbandono delle grandi città alla ricerca di una nuova vita in comunità più piccole, rurali, con legami forti, ampi spazi aperti e grandi opportunità. Di seguito sono indicati alcuni punti di sosta interessanti sulle direttrici principali che conducono al parco.

Highway 49 and 120: visitate Sonora e il vicino Columbia State Historic Park, con eccezionali rievocazioni della vita ai tempi della Corsa all’oro e la possibilità di provare a setacciare alla ricerca del prezioso metallo. Proseguite a sud verso Jamestown per viaggiare a bordo di un’autentica antica locomotiva a vapore lungo il Railtown 1897 State Historic Park. Sulla Highway 120, salite fino alla città alpina di Groveland e all’Iron Door Saloon, un tempo l’ufficio postale che ha accolto fin dal 1896 i viaggiatori sulla strada per lo Yosemite.

Highway 120 (Tioga Pass). Un tragitto spettacolare sulla Sierra orientale, il Tioga Pass, all’altezza di 3.031 metri, conduce ai sentieri, alle cupole di granito e ai fiori selvatici di Tuolumne Meadows. Prima di iniziare la salita a est da Lee Vining, o se siete diretti al parco da Mammoth Lakes (circa 40 km a sud, sulla US 395), visitate la Mono Lake Tufa State Natural Reserve e le sue incredibili formazioni calcaree, poi sostate per pranzo al Whoa Nellie Deli, che è unico nel suo genere. Nota: la Highway 120 (e Whoa Nellie Deli) sono chiusi durante l’inverno, di solito da novembre a maggio.

Highway 41: salite da Fresno e proseguite lungo le morbide colline e il Madera Wine Trail, con le sue numerose cantine e le accoglienti sale di degustazione. Seguono Oakhurst e il Château du Sureau, un albergo di lusso con ristorante, l’Erna’s Elderberry House Restaurant.Nelle vicinanze si trova Bass Lake che si potrebbe definire un copia in piccolo del Lago Tahoe, per le gite in barca, la pesca gli alberghi ed i campeggi lungo la riva del lago. Superata Oakhurst, la Highway 41 prosegue verso la piccola Fish Camp (914 metri di altitudine e 59 abitanti); da qui potete salire a bordo della panoramica Yosemite Mountain Sugar Pine Railroad. Da Wawona, proseguite sulla Highway 41 a nord verso El Portal e la leggendaria Tunnel View, una vista panoramica della Yosemite Valley capace di lasciare stupefatti anche i viaggiatori più esperti della Sierra.

Highway 140: Da Merced, la Highway 140 vi porta verso le cantine vinicole della  denominazione, Sierra Foothill, note per la produzione di Zinfandel, dal ricco aroma con sfumature di cioccolato. Nel California State Mining and Mineral Museum della città di Mariposa potete ammirare una pepita d’oro cristallizzato dal peso di circa 6,5 kg. L’itinerario prosegue lungo lo scenario selvaggio del Merced River, prima di raggiungere ElPortal, sul confine del parco nazionale. 

Ahwahnee in winter by btwashburn/Flickr

Eventi invernali all’Ahwahnee Hotel

Eventi invernali all’Ahwahnee Hotel
Festeggiamenti vivaci per animare i mesi più freddi

Il culmine della stagione invernale al maestoso Ahwahnee Hotel di Yosemite è l’annuale Bracebridge Dinner, una sontuosa celebrazione natalizia che revoca lo stile dell’Inghilterra del XVIII secolo, animata dall’esibizione di più di cento artisti. Lo spettacolo December, un libero adattamento dallo Sketch Book di Washington Irving, è stato rappresentato tutti gli anni all’Ahwahnee fin dal 1927. Il programma di quattro ore comprende musiche medievali, rituali rinascimentali, decorazioni natalizie tradizionali, oltre a cibo, canzoni e allegria in abbondanza. L’evento si svolge in serata dalla metà alla fine di dicembre per circa dieci giorni per cui i biglietti si esauriscono in fretta.

Ulteriori eventi invernali si svolgono all’Ahwahnee Hotel e comprendono le Vintners’ Holidays e le Chefs’ Holidays; in entrambe le occasioni, la Great Lounge dell’albergo viene trasformata in una scuola di cucina. Le Vintners’ Holidays sono una celebrazione dei raccolti autunnali dei vignaioli, con sessioni di due giorni di degustazioni di vino, seminari e una cena di gala di cinque portate; si svolgono a novembre e dicembre. In occasione delle Chefs’ Holidays, a gennaio e febbraio, i migliori chef della California sfoggiano il meglio delle loro capacità nel corso di dimostrazioni di abilità della durata di un’ora; quindi questi grandi chef preparano la cena di gala per tutti i partecipanti. Uno dei vantaggi per i partecipanti è l’accesso alla cucina dell’Ahwahnee. Sotto un soffitto alto quasi undici metri si trovano oggetti del passato, come le celle frigorifere originali del 1927, che mantenevano il freddo grazie a blocchi di ghiaccio dal peso di quasi 227 kg provenienti dal vicino Mirror Lake.